Programma Tecnico di TAO YING

TAO YING

add6Dalla nascita del Qi Gong, il concetto di energia e le stesse pratiche crescono ampiamente e si sviluppano, determinando il bisogno di suddividerle con terminologie diverse per indicarne le diverse diramazioni; dalla NEI QI GONG si sviluppa maggiormente l’aspetto della via interna morbida e medica rispetto alla WAI QI GONG, pratica dura e accostata all’arte marziale.
Incontriamo il TAO YING – DAOYIN che possiamo tradurre come ginnastica taoista, interna morbida e salutare, per evolversi nel moderno LIAN YI XUE, ginnastica e scienza medica adottata negli ospedali in Cina. Questo grande sistema di pratiche preventive e terapeutiche non è uno stile, ma è alla base di tutti gli stili.
Gli esercizi ci aiutano a spezzare la barriera che tiene separato il CHI REN “energia dell’uomo” dal CHI YU “energia dell’universo”; mentre in modo naturale questo scambio avviene tramite la respirazione; inalare il positivo, “ossigenarsi” ed espellere il negativo “anidride carbonica e tossine” e l’alimentazione.
Dinastia 夏朝 XIA (2700 a.C.): in questo leggendario periodo storico risalgono le origini basilari di quest’arte attraverso l’imperatore HUANG TI e il suo medico personale CHI PO che scrissero quello che viene considerato il primo trattato di medicina interna cinese “nei ching sun wen”; nello stesso periodo si pongono le basi dell’agopuntura, dei punti energetici, dei meridiani, del concetto di qi, delle pratiche interne e del ciclo energetico.

add7Dinastia 漢朝 HAN (206 a.C. 220 d.C.): epoca storica importante per l’evoluzione delle pratiche interne, per la medicina e l’arte marziale; incontriamo il Maestro HUA TO che praticava l’anestesia e il trapianto di organi e il maestro YUN CHUN CHAO che codificò 12 esercizi; entrambi ispirandosi agli elementi della natura e al mondo animale. La storia racconta che in quel periodo storico la maggior parte della popolazione praticava questi esercizi e che la vita media era più alta.
Dinastia 梁朝 LIANG del sud (501 – 557 d.C.): incontriamo 達摩TA MO, che partendo dall’India girovaga per diversi anni per tutta la Cina sino ad approdare nel monastero Shaolin dell’Honnan, nella Cina del nord; qui trasmetterà la dottrina buddista MAHAYANA, la corrente meditativa禪CHAN entrare nel vuoto, cadere in alto” e gli esercizi per la salute del corpo I CHING CHIN, dando vita all’iniziazione spirituale di quella che in seguito diverrà lo stile di Kung Fu più famoso al mondo, lo SHAOLIN.
Dopo l’instaurazione della repubblica popolare cinese e nel periodo della 文革 rivoluzione culturale (1960) fu riunita una commissione di maestri di stili interni, di qi gong e medici per riorganizzare e riunire le pratiche interne più significative e più idonee per la divulgazione e pratica a livello popolare; non tutti gli esperti parteciparono e molti sistemi continuarono ad essere trasmessi gelosamente e molti vennero persi nel tempo. Attualmente, la scienza si è avvicinata a questa disciplina, cercando di ricavare delle misurazioni scientifiche per convalidare, riconoscere e perfezionare le intuizioni geniali di quegli antichi maestri monaci ed eremiti che attraverso la loro visione e sensibilità hanno dato vita a questo sistema.

add8

SETTORI DI STUDIO DEL TAO YING

KONG FOU
Esercizi o anche tecniche di respirazione; un primo impatto è sicuramente il prendere coscienza, attraverso il respiro, del proprio corpo (sottile), del movimento dei diaframmi e delle capacità di ossigenarsi attraverso i vari metodi di respirare e di “sprofondare addentrandosi nel proprio ciclo respiratorio”.

PA TUAN CHIN
Gli otto pezzi del tesoro, o anche gli esercizi di seta, sono una serie ginnica composta da 8 esercizi in successione, coordinata con la respirazione che mettono in risalto lo stretching e lo scioglimento articolare. Aumentano la pressione interna e aiutano lo sblocco dei meridiani, migliorando la circolazione sanguigna ed energetica di tutto l’organismo. Ne esistono diversi gruppi.

QI GONG
Lavorare l’energia; ne studiamo tecniche di postura statica ed in movimento, mettendo in risalto la percezione, crescita, canalizzazione e diffusione all’esterno, per scopi prevalentemente terapeutici.

YI JING JIANG
Sistema per cambiare la muscolatura e i tendini. Esercizi popolari creati dalla classe contadina per aiutare questa categoria nel duro lavoro nei campi. La loro esecuzione prende spunto dalla natura e dal lavoro nei campi.

SOI QI
Risvegliare l’energia. Sono esercizi di origine confuciana e praticati ai tempi di Confucio. Mettono in risalto la pratica di gruppo, rispecchiando la visione dottrinale confuciana della socializzazione.

YUN CHUN
O anche conosciuti come Tao Ying; sono una serie di esercizi ispirati al mondo animale risalenti al periodo dinastico HAN; aiutano nel riallineare l’apparato scheletrico e mettono in contatto con l’energia della terra.

TZU CHAN
Entrare nel vuoto, liberarsi. Meditazione buddista tramandata dal monaco TA MO. Si pratica in posizione statica e si divide in tre livelli: meditazione analitica, concentrazione, vuoto.

NGA MO – TOHEI NA
Tecniche del massaggio, dell’automassaggio e della digitopressione, attraverso la pressione, la percussione e lo sfregamento. Sono considerate pratiche interne perché hanno lo scopo di sciogliere i blocchi, richiamare o stimolare l’energia interna.

 

STRUTTURA DEL CORSO

Complementare allo studio dello stile Tai Chi Chuan, verranno inserite le pratiche specifiche del “Tao Ying” come base importante per la comprensione e la crescita nel sistema suddetto, ed ampliarne e approfondirne poi la pratica.